La notte del 18 maggio sarà l’occasione unica e straordinaria per vivere un’esperienza fuori dal tempo in un Palazzo che si popola di personaggi reali ed immaginari.

Chi ha mai incontrato una ninfa o si è fermato a conversare con Veronica Franco, la più celebre cortigiana onesta della Venezia rinascimentale? Mito, poesia e musica si intrecciarono nel Palazzo della famiglia Grimani a vicende politiche e biografiche, che rivivranno in suggestive rielaborazioni grazie agli attori della Compagnia teatrale Pantakin e ai maestri della Scuola di Musica Antica di Venezia (SMAV).

Ogni percorso sarà reso unico dai partecipanti, dalle musiche e dall’improvvisazione degli attori.

Alla fine di ogni performance ci sarà un breve concerto (circa 20 minuti).

Al termine del primo giro:
Musica medioevale italiana e francese (Guillaume Machaut, Francesco Landini e altri) con Lisa Dunk, soprano, Sara Mancuso, arpa gotica e Marco Rosa Salva, flauti.

Al termine del secondo giro:
Alap (improvvisazione) e una composizione classica del nord dell’India con Angelo Sorato, al flauto bansuri (flauto traverso indiano in bambù)

Al termine del terzo giro:
Sonate del settecento di Georg PhilippTelemann, Benedetto Marcello, Paolo Benedetto Bellinzani, con Marco Rosa Salva, flauti e Serena Mancuso violoncello barocco

N.B: in caso di pioggia, la serata non sarà annullata ma l’evento potrebbe subire qualche variazione. 

Il percorso animato prevede 3 performance con inizio alle ore 21:00, 22:00 e 23:00
(la durata di ogni spettacolo è di circa mezz’ora)

Ingresso gratuito. E’ richiesta la prenotazione (tel. 041 2411507).

 

*  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *

L’evento è organizzato dalla Soprintendenza Speciale per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico e per il Polo museale della città di Venezia e dei comuni della Gronda lagunare.

In collaborazione con:
Compagnia Pantakin 
Scuola di Musica Antica di Venezia

L’evento fa parte dell’iniziativa di respiro europeo La notte dei Musei, che dalle 20:00 alle 24:00 apre gratuitamente le porte di musei ed aree archeologiche, permettendo un’emozionante ed insolita fruizione del patrimonio artistico italiano per tutti coloro che non riescono a farlo nei consueti orari di visita.

Un’occasione unica anche per coinvolgere un pubblico più giovane e normalmente distante dal mondo della cultura.

Per l’elenco dei siti aperti gratuitamente dalle 20:00 alle 24:00, vedi:
Sito internet del Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Sito internet del La Notte dei Musei