Bosch Visioni

Jheronimus Bosch – Visioni di un genio” 

‘s-Hertogenbosch, 14 febbraio – 8 maggio 2016

I quattro pannelli con le Visioni dell’Aldilà di Bosch, raffiguranti la Caduta dei dannati, l’Inferno, il Paradiso terrestre e l’Ascesa all’Empireo, abitualmente al Museo di Palazzo Grimani, sono esposti fino all’8 maggio 2016 alla mostra mostra Jheronimus Bosch – Visions of genius nei Paesi Bassi, presso l’Het Noordbrabants Museum (14 febbraio – 8 maggio 2016).

Il tour europeo proseguirà con la mostra Bosch. The Centenary Exhibition (31 maggio – 11 settembre 2016) al Museo Nacional del Prado.

Infine, le tre opere veneziane di Bosch (Le Visioni dell’Aldilà, il Trittico di Santa Liberata e il Trittico degli Eremiti) saranno riunite nella prestigiosa sede del Palazzo Ducale di Venezia, per concludere le celebrazioni del cinquecentenario della morte dell’artista.

Tutte e tre, in origine, appartenevano alla collezione del cardinale Domenico Grimani e furono donate nel 1528 dalla famiglia Grimani alla Repubblica di Venezia.

Le Visioni dell’Aldilà, datate dalla critica agli inizi del Cinquecento, avevano in origine una struttura diversa che prevedeva anche la visione del retro delle tavole, decorate a finto marmo variegato di colore rosso e nero. Alcuni studiosi hanno ipotizzato che al centro fosse posto un pannello perduto raffigurante il Giudizio universale, mentre gli altri scomparti erano probabilmente sovrapposti lateralmente l’uno all’altro, a formare una struttura ad ante mobili.