waterlines_locandina
Nell’ambito delle iniziative di valorizzazione del patrimonio storico e artistico del Museo di Palazzo Grimani a Santa Maria Formosa, e in collaborazione con il Collegio Internazionale dell’Università Ca’ Foscari e la Fondazione di Venezia e di San Servolo – Servizi Metropolitani di Venezia per il progetto Waterlines. Residenze letterarie e artistiche a Venezia

giovedì 13 ottobre alle ore 17.00 si terrà

Moving Sevdah

performance musicale con Damir Imamović
e la danzatrice Michela Lorenzano

Prima della performance sarà possibile effettuare la visita guidata di Palazzo Grimani.

WATERLINES è un progetto del Collegio Internazionale dell’Università Ca’ Foscari, della Fondazione di Venezia e della società San Servolo – Servizi Metropolitani di Venezia che promuove l’interazione tra artisti internazionali e locali, non necessariamente impegnati nella stessa espressione artistica, durante un periodo di residenza a Venezia di circa 4 settimane. Dall’incontro tra le differenti personalità artistiche, ospitate sull’Isola di San Servolo, nascono riflessioni e progetti comuni che portano alla realizzazione di eventi artistici come Moving Sevdah, la performance con il musicista bosniaco Damir Imamović e la danzatrice italiana Michela Lorenzano, per la cui rappresentazione, in collaborazione con il Polo Museale del Veneto, è stato scelto il cinquecentesco Palazzo Grimani di Santa Maria Formosa.


Artisti in residenza
Damir Imamović –
musicista bosniaco
Nato a Sarajevo (Bosnia ed Erzegovina), mostra grande interesse verso la musica sin dalla tenera età, ma vi si dedica con grande devozione solo dopo aver compiuto studi in filosofia. Nel 2004 lavora con Farah Tahirbegović alla monografia del nonno, influente cantante della “sevdah”– Zaim Imamović. Questa pubblicazione lo introduce al mondo della sevdah e della musica  professionale. La “sevdah” di Damir si basa sulla sua appassionata ricerca della musica tradizionale della Bosnia ed Erzegovina, dei suoi principali interpreti: cantanti, maestri, musicisti e autori di questa forma d’arte e che gli permette di espandere costantemente il suo repertorio con nuove varianti contemporanee.

Michela Lorenzano
– danzatrice italiana
Si forma con Laura Boato, con la quale studia le tecniche di base della danza contemporanea integrate a esplorazioni di improvvisazione, esperienze di composizione e danza urbana; dal 2005 al 2010 frequenta inoltre numerosi workshop condotti da danzatori e coreografi di statura internazionale, tra i quali: Elisabetta Rosso (solista per Bob Wilson & Susanne Linke),
Yutaka Takei, Sara Simeoni (Carolyn Carlson Dance Company). Tra il 2011 e il 2012 è a New York, dove frequenta i corsi di Jennifer Nugent, Irene Dowd (Neuromuscolar Preparation for Dance), Jimena Paz (Feldenkrais), Margaret Paek (CI) e un seminario condotto da Trajal Harrel. Dal 2016 insegna danza contemporanea a Pordenone ed inizia a collaborare con Marianna Andrigo
(Vertical Waves Project).

Per saperne di più vedere il dépliant Waterlines

L’evento è gratuito, con prenotazione obbligatoria.
Il numero di posti disponibili è limitato.

Meeting point: nel cortile del museo  alle ore 16.00 per la visita guidata; per lo spettacolo alle ore 16.45.

 

Info e prenotazioni
Telefono: (39) 041 2411507
E-mail: pm-ven.grimani@beniculturali.it

Sede
Museo di Palazzo Grimani
Castello 4858 – Ruga Giuffa (Campo S. Maria Formosa)
30122 Venezia

Sito web istituzionale: www.polomuseale.venezia.beniculturali.it

Sito Waterlines: https://waterlinesproject.com/