Scalone monumentale

Tra il 1563 e il 1565 la volta a botte dello scalone che conduce al portego del piano nobile fu sontuosamente decorata da Federico Zuccari,  giovane artista di cultura romana,  con affreschi allegorici  che rimandano alle virtù del suo committente, completati da grottesche e rilievi a stucco con creature mitologiche. Questi ultimi riproducono alcuni cammei antichi della collezione di Giovanni Grimani.

Nell’insieme, lo scalone poteva competere per magnificenza solo con la Scala d’Oro di Palazzo Ducale e con quella della Libreria Marciana.