Sala di Bosch

In questa sala è esposta l’opera Visioni dell’aldilà di Hieronymus Bosch, menzionato nella collezione d’arte del cardinale Domenico Grimani, zio del patriarca Giovanni.

Le quattro tavole dipinte ad olio che la compongono, La caduta dei dannati, L’inferno, Il paradiso terrestre e L’ascesa all’Empireo, databili ai primissimi anni del  Cinquecento, costituivano con ogni probabilità i pannelli laterali di un trittico o di un polittico, di cui è andata persa la parte centrale.

I soggetti sono interpretati dal pittore fiammingo secondo il suo linguaggio distintivo, ovvero in chiave grottesca e fantastica, attraverso immagini dai colori accesi e contrastanti, descritte con estrema cura nella resa dei dettagli.

Esposti a Palazzo Ducale fino al 2008, assieme ad altre due opere del medesimo autore, furono collocati in questa sede in occasione dell’apertura al pubblico del Museo.

 

L’opera è in restauro dal 18 febbraio 2015. Ci scusiamo per il disagio.

Nel 2016 ricorre il cinquecentenario della morte dell’artista, per tale motivo il polittico verrà esposto in due importanti eventi, prima nella sua città natale e poi a Madrid.
Segui gli eventi:

– ‘s-Hertogenbosch: Bosch500 (pagina in inglese)

– Madrid: Museo del Prado (pagina in spagnolo)